Abbrìle

Da Uicchipèdie, 'a 'ngeclopedije lìbbere.
Zumbe a: navighesce, cirche

Abbrile ète 'u quarte mese de l'anne d'u calendarije gregoriane, ète fatte da 30 sciurne. Stè jndrìà 'u prime stuezze de l'anne civile.

Abbrile avène apprise a Marze e apprime de Másce.

Muttette[1][cangecange 'a sorgende]

Tarandìne Tagliàne
Marze chiòva chiòva;
abbrìle fina fina;
magge una è bbòna.
Marzo piove piove;
aprile fina fina;
maggio una e buona
Astipe lègne p'abbrìle, dice 'u Spagnole Serba legna per l'aprile, dice lo Spagnolo
Abbrìle: ci t'arrive te 'mbìle Aprile: se ti arriva, t'infila
Abbrìle, tu zetèlle, lass'a càmere,
e tu, vècchie, 'u fucarile.
Aprile, tu, zitella, lascia la camera,
e tu vecchia, il focolare.
Abbrìle, luènghe e suttile Aprile, lungo e sottile
Abbrìle, face le fiure,
e masce 'n'àve l'onore.
Aprile, fa i fiori,
e maggio ne ha l'onore
Abbrìle, dolce durmire, 'a cape 'ngapetàle, le piet'o fucarìle Aprile, dolce dormire, il capo al capezzale, i piedi al focolare
Abbrìle, dolce durmire, l'aucelle candànne;
e cci no mmànge sett' vot'a die, l'aneme te spile.
Aprile, dolce dormire, gli uccelli cantando;
e se non mangi sette volte al dì, l'anima ti languisce.

Note[cangecange 'a sorgende]

  1. da Ràdeche vecchie de Gesèppe Cassano, Mandese Editore
Scennàre | Febbrare | Màrze | Abbrìle | Másce | Sciugne | Luglie | Aguste | Settèmmre | Ottommre | Novèmmre | Decèmmre