Muttette tarandine

Da Uicchipèdie, 'a 'ngeclopedije lìbbere.
Zumbe sus 'a navigazzione Zumbe sus 'a recerche
  • 'A bravura de mèste Uccio, ca diéde 'nu sckaffe ô ciucce
  • 'A fatije ca se chiame cucuzze, a mme' me féte e a tte' te puzze
  • 'A jaddine face l'ove e a' jadde l'uscke 'u cule
  • 'A Madonne sape a cci porte le recchíne!!
  • A mmëzzadije, ci sté a ccáse d'ôtre, cu pigghie vije
  • Amice e ccumbáre se pàrlene chiare
Amici e compari parlano francamente, tra loro
  • Alla mute, alla mute, a ce parle è curnute
muti, muti, chi parla è cornuto : nessuno parla per timore di essere additato dagli altri
  • Astipe 'a zampogna pe' qquanne abbesògne
  • Avisse fatte 'nu puèrche quanne hé nate!! Alméne sté mangiamme sasizze!!
  • Chidde se recordane le vigne de 'mminze a' chiazze
  • Ci nasce tunne nò mmore quadráte
Chi nasce rotondo, non muore quadrato, come dire che le persone non cambiano.
  • Ci sparte ave 'a mègghia parte
Chi fa le divisioni, ottiene la parte migliore
  • Ci téne lènghe, vé 'nzardègne!
  • Ci tutte l'acjidde canuscèssere 'u granne!
  • Cugghjie l'acqua quanne chiove
raccogli l'acqua quando piove : approfitta dei momenti di abbondanza per fare la scorta.
  • Da niende-niende a ttande-tande
  • "E va bene", disse Donna Lena, quanne viddije 'a figghie, 'a sèrve e a jatta préne!
  • Fatije e ffatije, e a' sére páne e ccepòdde
  • Fa' tu e ffa' chiòvere
  • Furne vècchie addevènde furne onoráte
  • Ha chiovúte 'a mèrde e nn'ha 'nzeváte a ttutte!
  • Ha lassáte Criste pe' scé a lle cozze
  • Je mègghie ci t'onòre ca ci te sazie
  • L'anèddere so' cadute, ma le dìcete so' rumàste
  • Le corne de le signure so de vammàce, chidde de le puveriedde so' de noce
  • Mègghie 100 zite ca 'nu male marite
  • Mègghie 'na catáre 'nguèdde ca 'n'onze 'ngule
  • Mazze e ppanèlle fanne le figghie bèlle
  • 'Na vote jè fèste a Ppalasciáne
  • N'hé fritte de vurpe!
  • Ogne pizzeche gnoreche
ogni pizzico lascia il livido : anche le piccole cose hanno il loro peso (equiv. a un passo alla volta si arriva lontano)
  • Nò sputà' 'ngiéle ca 'mbacce t'arríve
Non sputare in cielo, perché poi ti arriverà in faccia
  • Pe' ccanòscere 'nu crestiáne t'ha mangià' 'na salme de sále
  • Pe' despiétte a mammà, se stràzze a cammise
Per far dispetto alla madre, si strappa la camicia : detto di chi rischia l'autolesionismo per questioni di principio
  • Quanne Criste sté 'ngroce, sule tanne ièsse 'a vôce
  • Quann'u marite arriv'a quarandine, lasse 'a mugghiére e sse ne vé a' candine, quann'a mugghiére arriv'a quarand'anne, lasse 'u marite e sse pigghie a Ggiuànne
  • Scenn vnenn, mlun cugghiénn
  • Squagghiáte 'a néve appàrene le strunze!
  • Sté frisce 'u pèsce e ssté tremènde 'a jatte
  • T'hagghie chiamate a ccoppe e tte n'isse a bbastúne?
  • Thagghia crèscere e tt'hagghia pèrdere
  • T'hagghia purtà' a lle firre vicchie!! Vedime ... m'u donne 'nu cupèrchie?
  • 'U cáne asckuáte áve paure dell'acqua frèdde
  • 'U ciucce s'ha carescia e u ciuccie s'ha futte
  • 'U príse cchiù 'u ggire e cchiù féte
  • Viste ceppóne ca páre baróne
  • Zumbe 'u cetrúle e sspicce 'ngule a ll'ortoláne
  • Quanne 'a Madonne se vèste a llutte, le cozze pàjen'a ttutte (trad.:Quando le Madonna si veste a lutto, le cozze pagano tutti)
  • Quanne 'a volpe no'nge arrive a ll'uve dice ca jè ausce (trad.:Quando la volpe non arriva all'uva dice che è acerba)
  • A Ssan Catàvete passe 'u fridd'e avéne 'u càvete (trad.:Di San Cataldo passa il freddo e viebe il caldo)
  • Aqquà murij' 'u frangése e aqquà 'nu stè chiangime (trad.: Qui morì il francese e qui lo piangiamo)
  • Avogghie cu pprije a Sanda Madonna, aspitte ciucce mije quanne jèsse 'a pagghia nôve (trad.:Puoi pregare qunto vuoi la Santa Madonne, ma aspetta ciuccio mio fin quando esce la paglia nuova)
  • No' ssputà 'ngiele ca 'mbacce t'arrive (trad.:Non sputare in cielo che ti torna in faccia)

Mode de discere[cangecange 'a sorgende]

  • 'A Madonne se l'ha viste
Se l'è vista la Madonna? : quando il destino è andato nella direzione auspicata
  • 'A mjiezza parola!
a mezza parola! : adesione entusiata ad una proposta (mi basta la prima metà della parola per dirti di si)
  • 'Aa sécurdùne
a tradimento : quando meno te l'aspetti
  • Belle bbelle
piano piano : esortazione a fare con calma o con molta attenzione
  • Citte citte 'mmijenze 'a chiàzze
zitti zitti in mezzo alla piazza : detto di una cosa che sanno tutti (equiv. a "il segreto di Pulcinella")
  • Cu ce se mete? cu le forbice!
con che si miete? con le forbici! : detto a chi insiste nel proporre una cosa sbagliata
  • Figghjie 'du sckife
figlio dello schifo : (dispregiativo, offensivo) reietto, appestato, rifiuto della società
  • M'è pigghiate pe' pàsta menuta?
Mi prendi per pasta piccola? : detto a chi sta sottovalutando le tue qualità
  • Ne vulime de vuje, nuje!
Ce ne vogliono di voi per arrivare a noi : usato come sfottò per rimarcare una certa differenza di qualità
  • No' mesckàme le squércele culle fàve
Non mischiamo le bucce vuote con le fave : teniamo distinte le cose buone dagli scarti (equiv. a "non confondiamo la lana con la seta")
  • Rabbine
Rabbino : (dispregiativo) tirchio
  • Se n'ha sciute all'acète
è diventato aceto : detto di qualcuno che non ci sta più con la testa

'Ndruche pure[cangecange 'a sorgende]

Altri progetti[cangecange 'a sorgende]