Template:Galleria

Da Uicchipèdie, 'a 'ngeclopedije lìbbere.
Zumbe sus 'a navigazzione Zumbe sus 'a recerche


Info 'Struziune per l'ause
Le 'struziune ca avènene mò stonne jndr'à sottepàgene Template:Galleria/man (cange·cunde)

Questo template serve per inserire una sequenza di immagini all'interno di una pagina. Il suo uso dovrebbe essere limitato ad un numero ridotto di immagini che effettivamente devono essere visualizzate in sequenza per poter essere comprese (ad es. una serie di versioni della stessa mappa per mostrare la migrazione di un popolo). Per tutti gli altri usi va preferito il normale tag <gallery>. Si ricorda che le gallerie di immagini vanno inserite di preferenza su Wikimedia Commons e collegate attraverso il template {{interprogetto}}.

Attraverso questo template viene creata una galleria di immagini alternabili in un unico thumb della stessa larghezza. Una funzione Javascript permette di scorrere le immagini una per una.

La versione stampabile è leggibile; la disattivazione della funzione JavaScript non impedisce di vedere le immagini.

Nota: per non perturbare l'impaginazione, si raccomanda di utilizzare immagini di proporzioni simili.

In presenza di testi di didascalia molto estesi si consiglia l'allineamento a sinistra.

Attenzione: è vietato inserire in questo template immagini con licenza non libera (segnalate dalla presenza del template {{EDP}} nella pagina di descrizione).

Sintassi

{{Galleria
|larghezza = (predefinito è di 200 pixel: se si desidera un formato differente indicarne la grandezza senza scrivere px)
|titolo = (titolo del riquadro)
|align = right
|sfondo = (predefinito è bianco)
|bordo = (predefinito è nero)
|File:1.jpg|legenda 1
|File:2.jpg|legenda 2
|...
|...
|File:15.jpg|legenda 15
}}

  • larghezza  : La larghezza da utilizzare per ogni immagine, in px (non mettere l'unità). Default : 200.
  • sfondo : Il colore di sfondo del quadro. Default : bianco.
  • bordo : Il colore del bordo del quadro. Default : #BBB.
  • align : determina la posizione : left per allineare a sinistra, center per centrare, right per allineare a destra.

Esempio

Evoluzione della battaglia
Dispiegamento delle forze il 23 ottobre 1942
Attacco delle forze alleate alle 10 pm del 23 ottobre 1942
Le divisioni corazzate dell'asse contrattaccano alle 6 pm del 24 ottobre 1942
La 1a divisione corazzata e la 51a divisione attaccano la 164a divisione tedesca alle 12 am del 25 ottobre 1942
La 7a divisione attacca la divisione italiana paracadutisti della folgore all'una pm del 25 ottobre 1942
La 1° divisione viene contrattaccata dalla divisione Littorio e dalla 15° Panzer. La 1° divisione e la 51a divisione si liberano dall'attacco alla 3.30 pm del 25 ottobre 1942
La 7a divisione interrompe l'attacco alla divisione della Folgore.
La 9a divisione australiana attacca la 164a divisione tedesca alla 9:30 pm del 25 ottobre 1942
La 7a divisione, la 44a divisione fanti, la 50a divisione fanti e la brigata della Francia Libera attaccano la divisione dei paracadutisti della Folgore da tre posizioni dalle 10:30 pm del 25 ottobre 1942 alle 3 am del 26 ottobre 1942
Il 7° reggimento bersaglieri attacca la 9a divisione australiana alle 8 am del 25 ottobre 1942.
La 51a divisione conquista il Kidney Ridge, altri avanzamenti vengono bloccati dal contrattacco della divisione Littorio al nord del Kidney Ridge alle 5 pm del 26 ottobre 1942.
La 2a divisione della Nuova Zelanda e la 1a divisione del Sud Africa avanzano di 1 km contro la divisione Trento alle 5:30 pm il 26 ottobre 1942.
Entrambi gli schieramenti si riorganizzano tra il 26 ottobre notte e il 27 ottobre nel 1942
La 21a divisione Panzer, la 15a divisione Panzer e la divisione corazzata Littorio attaccano la 51a divisione ma falliscono la riconquista di Kidney Ridge l'8 am del 27 ottobre 1942
Il 7° reggimento bersaglieri cerca senza successo di conquistare la quota 28 controllata dalla 9a divisione australiana alle 10 am del 27 ottobre 1942.
La 44a divisione di fanteria sonda le difese della divisione paracadutisti della Folgore il 27 ottobre 1942.
La 7a divisione corazzata muove verso nord il 27 ottobre 1942.
La divisione Trento subisce un duro attacca dalla 1a divisione del Sud Africa e dalla 4a divisione Indiana. La 21a divisione Panzer e la divisione corazzata Littorio contrattaccano e stabilizzano il fronte il 28 ottobre 1942.
La 2a divisione della Nuovo Zelanda si muove verso la 9a divisione australiana il 28 ottobre 1942.
La 9a divisione australiana tenta di attraversare la linea nemica ad ovest della quota 28 alle 10 am del 28 ottobre 1942.
La 9a divisione australiana tenta di attraversare le linee nemiche ad ovest della quota 28 il 29 ottobre 1942.
Il generale Rommel decide di riorganizzare le truppe il 29 ottobre 1942.
L'operazione Supercharge inizia. La 9a divisione australiana apre il fronte nemico per la 2a divisione della Nuova Zelanda alle 11 pm del 31 ottobre 1942. La 9a divisione australiana fallisce nel tentativo di tornare alla posizione di partenza. L'operazione Superchange dura da 24 ore.
La 2a divisione della Nuova Zelanda e la 1a divisione corazzata attaccano a sud e respingono indietro la divisione Trieste il 1° novembre 1942.
La 15a divisione Panzer e la 21a divisione Panzer contrattaccano, battaglia di carri armati a Tell el Aqqaqir alle 9 am del 2 novembre 1942.
La divisione corazzata Ariete si sposta a nord il 2 novembre 1942.
Le divisioni Trento, Bologna, Pavia, Brescia, Folgore e la brigata Rancke si ritirano alle 10 pm del 2 novembre 1942.
Le divisioni dell'asse si ritirano il 3 novembre 1942
Su ordine di Adolf Hitler la ritirata viene bloccata il 3 novembre 1942
La 9a divisione australiana, la 2a divisione della Nuova Zelanda, la 1a divisione corazzata e la 10a divisione corazzata attaccano il 7 am del 4 novembre 1942.
Le divisioni corazzate 1a e 10a attraversano il fronte e proseguono lungo la costa.
La 2a divisione della Nuova Zelanda si muove verso Fuka e sulla strada distrugge le divisioni Trento e Bologna.
La 7a divisione corazzata circonda la divisione Ariete e la distrugge.
Le forze dell'asse fuggono.

Il codice non viene riportato perché è molto lungo, ma se sei interessato a vederlo premi sul pulsante qui sopra.
Nota: sfondo e bordo di default sono bianchi (nell'esempio a fianco: bordo grey)